Come affrontare i colleghi di lavoro

Articolo scritto in data 10 ottobre 2017

Sul posto di lavoro, capita spesso di rapportarsi con persone che al di fuori dell'ufficio o del cantiere, non frequenteremmo mai. Purtroppo, però, durante l'orario di lavoro siamo tenuti ad andare d'accordo con tutti, perché diventa una questione di professionalità e serietà.

Come affrontare i colleghi di lavoro

Se è vero che ci sono diverse tipologie di colleghi con cui potremmo andare poco d'accordo, è anche vero che ci sono dei modi per affrontarli nel migliore dei modi: scopriamo insieme i 3 tipi di colleghi peggiori e come gestirli!

Il collega che si lamenta

Forse è uno dei peggiori colleghi che ci si possa trovare a fianco. Sentire una persona lamentarsi costantemente di qualisasi cosa, influenza il nostro umore e ci inonda di negatività, che non è proprio l'emozione che dovremmo provare quando siamo a lavoro. Affrontalo così: cerca di combattere la sua negatività con frasi positive. Trova il bicchiere mezzo pieno da versare nel suo, costantemente mezzo vuoto. E se proprio continua... allontanati ogni volta che lo vedi arrivare. Sicuramente si chiederà quale sia il problema ed è lì che potrai fargli presente che la sua negatività è davvero un male, sia per te che per lui!

Il collega ansioso

Ora siamo indecisi se sia peggio l'ansioso o quello di prima! L'ansia è davvero un'emozione logorante, che provoca un senso di inadeguatezza ed insicurezza continuo. Avere a fianco qualcuno che è in costante agitazione, spaventato dal non riuscire a portare a termine gli obiettivi causa solamente rallentamenti e probabili errori. Affrontalo così: prova a rassicurarlo, garantendogli che non è solo e che dovrebbe credere molto di più in se stesso. Cerca di aiutarlo quando puoi e fagli notare quando porta a termine i suoi compiti. Il nostro lavoro non è certo quello dei baby sitter, ma aiutare un collega tante volte può fare anche il nostro bene!

Il collega disorganizzato

L'organizzazione sul lavoro è come la pulizia in cucina: fondamentale per la buona riuscita del progetto. Di conseguenza, la cosa importante con i colleghi disorganizzati è di non farsi prendere dalla confusione e di portare a termine i propri compiti, continuando a seguire il programma prestabilito! Un buon compromesso potrebbe essere quello di condividere il tuo piano di lavoro, suggerendogli delle tecniche per pianificare meglio il suo tempo.

 

INSERISCI COMMENTO